Anche quest’anno ha di nuovo inizio la stagione delle premiazioni, e ad aprire le danze saranno i Gotham Indipendent Film Awards, arrivati alla loro ventiquattresima edizione, per la quale, tra le varie candidature, spicca su tutti il nuovo lungometraggio (girato in dodici anni) di Richard Linklater, Boyhood, uscito ieri nelle nostre sale.

Il film domina infatti la lista delle sei categorie con ben quattro nomination, tra le quali Miglior Attore, Miglior Attrice e Miglior Attore Emergente, seguito da Birdman, Under the Skin e Nightcrawler, tutti e tre con due nomination a testa.

Di seguito riportiamo la lista completa delle candidature ai Gotham Awards:

Miglior Film:

– Birdman di  Alejandro González Iñárritu
– Boyhood di Richard Linklater
– Grand Budapest Hotel di Wes Anderson
– Under the Skin di Jonathan Glazer
– Love is Strange di Ira Sachs

Miglior Documentario:

– Actress di Robert Greene
– Citizenfour di Laura Poitras
– Life Itself di Steve James
– Manakamana di Stephanie Spray & Pacho Valez
– Point and Shoot di Marshall Curry

Miglior Regista Emergente (Bingham Ray Award):

– Ana Lily Amirpour per A Girl Walks Home Alone at Night
– James Ward Byrkit per Coherence
– Dan Gilroy per  Nightcrawler
– Eliza Hittman per It Felt Like Love
– Justin Simien per Dear White People

Miglior Attore:

– Bill Hader in The Skeleton Twins
– Ethan Hawke in Boyhood
– Oscar Isaac in A Most Violent Yar
– Michael Keaton in Birdman
– Miles Teller in Whiplash

Miglior Attrice:

– Julienne Moore in Still Alice
– Scarlett Johansson in  Under the Skin
– Mia Wasikowska in Tracks
– Patricia Arquette in Boyhood
– Gugu Mbatha-Raw in Beyond The Lights

Miglior Attore Emergente:

– Ellar Coltrane in Boyhood
– Riz Ahmed in Nightcrawler
– Macon Blair in Blue Ruin
– Joey King in  Wish I Was Here
– Jenny Slate in Obvious Child
– Tessa Thompson in Dear White People

La premiazione avrà luogo il 1 dicembre e nel corso della serata sarà assegnato un premio speciale al regista Bennett Miller e all’intero cast del suo nuovo film, Foxcathcer, con Steve Carrell, Channing Tatum e Mark Ruffalo.

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA