Il regista Pasquale Squitieri ha presentato ieri presso lo spazio italiano al Festival di Cannes il documentario Io, Claudia, dedicato alla grande attrice italiana: un docudrama in otto puntate sulla vita e la carriera artistica della Cardinale a partire dagli anni ’50 fino ai nostri giorni. Realizzato con il contributo dello storico e giornalista Giordano Bruno Guerri, il documentario è prodotto dalla Oidè di Raimondo Lagostena e Augusto Carminito (società di produzione del circuito Odeon TV) ed è un progetto che mira a una distribuzione televisiva sia in Italia che a livello internazionale. «Noi italiani abbiamo pochi miti», ha dichiarato Squitieri, «ma quelli che abbiamo li amiamo davvero. Con quest’opera ci siamo proposti di realizzare un documento che mettesse un mito del cinema al centro della storia del mondo in questi anni. Claudia ha girato film in tante parti del mondo; l’;idea di Guerri è stata quella di mostrare cosa accadeva in vari paesi mentre si realizzavano questi film».

Me.Va.

© RIPRODUZIONE RISERVATA