Qualche settimana fa, Jennifer Hudson ha dato un barlume di speranza ai fan di una delle serie cult degli ultimi 15 anni: Sex and The City. No, ovviamente lo show non tornerà in televisione, ma la cantante/attrice ha espresso un parere positivo circa l’arrivo di un terzo film per il franchise.

L’idea, va detto, non ha convinto i più, e nemmeno chi potrebbe rientrare tra i protagonisti della pellicola. Uno in particolare ha fatto “colorite” affermazioni a riguardo. Si tratta di Chris Noth, divenuto famoso in tutto il mondo proprio per il suo ruolo di Mr.Big nella serie della HBO.
Nello specifico, Noth ha detto: «io ora so che il pubblico mi vede come il Governatore di The Good Wife, mentre cercano ancora di farmi tornare su quel progetto… Ok, solo che io sono interessato esclusivamente al materiale buono.
La cosa interessante è che tutti mi incolpano d’interpretare personaggi forti, ma Big non era solo quello. Una cosa che ho sempre detto è che lui non cercava mai di essere una persona che non era. Lui è sempre stato onesto con se stesso e con lei. Il fatto è che la storia era un disastro, ma loro due si appartenevano. Big non ha mai tradito Carrie. Lei invece quanti fidanzati ha avuto? Era una gran p*****a! Tutti credono che fosse lei la vittima di Big, ma non è vero.»

La risposta non ha certo lasciato indifferenti i fan dello show, che prontamente si sono scagliati contro l’attore. A stemperare la situazione, seppur non senza qualche perplessità, è stato proprio il produttore esecutivo (e co-creatore) di Sex and The City, Michael Patrick King: «Sono sicuro che Noth scherzasse. Mio dio, questa volta l’ha sparata proprio “grossa”».

Si farà quindi il terzo episodio cinematografico tratto dalla serie? Ebbene, ci sono “grossi” dubbi.

Fonte: marie claire

© RIPRODUZIONE RISERVATA