L’immagine di Sissy Spacek coperta di sangue di maiale, congelata dall’imbarazzo e dall’orrore, è – con tutto il suo portato simbolico – tra le cose più agghiaccianti che si siano mai viste in una sala cinematografica. Correva il 1976, e con il film Carrie, Brian De Palma riprendeva e portava sul grande schermo un romanzo breve di Stephen King, tra le primissime cose mai pubblicate dal Re.

Oggi quella storia di disagio domestico, divenuta quasi un archetipo quando si parla di fanatismo religioso e bullismo scolastico, sta per tornare sul grande schermo, per la regia di Kimberly Peirce, e con protagoniste Chloe Moretz (Kick-Ass) nel ruolo della figlia, e Julianne Moore in quello della madre. Entertainment Weekly ha pubblicato sulle proprie pagine le primissime immagini ufficiali tratte dal film, che ci permettono un confronto diretto con l’originale.
Ma, se ci possiamo permettere, Sissy Spacek non si batte…

Qui sotto, le immagini pubblicate da Entertainment Weekly

Carrie, lo ricordiamo, racconta la terribile adolescenza della giovane protagonista, schiacciata tra il fanatismo religioso della madre e lo spietato bullismo di compagni e compagne di classe. Ma quello che i suoi aguzzini non sanno, è che la ragazza è dotata di terrificanti poteri telecinetici. Il film uscirà negli States a marzo 2013, mentre non ha ancora una data di uscita italiana.

Fonte: Entertainment Weekly

© RIPRODUZIONE RISERVATA