Vittorio Cecchi Gori ha ottenuto gli arresti domiciliari. La decisione è stata presa dal gip del Tribunale di Roma, che ha accolto le istanze del collegio di difesa del produttore. Cecchi Gori è stato arrestato il 3 giugno con l’accusa di bancarotta per il crac della Safin, la società che controlla le sale cinematografiche. Dall’8 luglio Cecchi Gori era in clinica per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

St.Ra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA