Il sostituto procuratore generale della Cassazione Francesco Salzano ha espresso parere favorevole sulla conferma del sequestro preventivo della Cecchi Gori Cinema Spettacolo, la società di Vittorio Cecchi Gori che comprende sale cinematografiche in tutta Italia e immobili per un valore di oltre cento milioni di euro, e del capitale sociale della società Nous Srl. Salzano è stato sentito in camera di consiglio davanti ai giudici della V sezione penale della Suprema corte; il pg ha chiesto il rigetto dei ricorsi presentati dai difensori di Cecchi Gori contro le ordinanze con cui, nei mesi scorsi, il Tribunale del riesame di Roma aveva disposto i suddetti sequestri nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento della Finmavi, che vede il produttore indagato per bancarotta.

St.Ra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA