Qualche giorno fa, Steven Spielberg spiegò il suo pensiero sui film di supereroi, sottolineando come il genere sia destinato a morire esattamente come accaduto col Western. A dire la sua, adesso, è Chris Evans aka Captain America.

Rivela l’attore in un’intervista a Collider: «Parlando di supereroi in generale, penso che tutto dipenderà dal tono con cui vengono realizzati. Tu puoi considerare Jason Bourne come un supereroe. Puoi prendere un qualsiasi film di supereroi e renderlo abbastanza vero, è quello che penso facciano molto bene Joe e Anthony Russo, i registi di Captain America: The Winter Soldier. Certi film di supereroi sembrano “film di supereroi”. I film dei Russo sembrano quasi storie umane con su spruzzato un briciolo di supereroi. Suppongo che ci si possa stancare dei super poteri, ma fin quando i registi sapranno reinventare il gusto, l’approccio e i toni, gli spettatori continueranno a vederli».

Insomma, un pensiero decisamente più positivo di Spielberg, ma anche più vicino alla realtà nel suo essere ovvio: i cinecomic continueranno a vivere finché ci saranno dei cineasti talentuosi che sapranno ogni volta reinventare il genere. Ma la domanda vera è: quanti sono esattamente questi geniali registi? Probabilmente, meno di quanto pensi Evans.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA