Nel 1993 Steven Spielberg narrò in Schindler’s List il coraggio di un uomo che si oppose al regime nazista salvando la vita a migliaia di ebrei destinati ai campi di concentramento. Oggi Christian Bale si unisce a Zhang Yimou, regista di Hero e La città proibita, per raccontare una storia simile nel suo Nanjing Heroes, cronaca del massacro avvenuto nel 1937 a Nanchino, durante la guerra tra Cina e Giappone. Girato in patria (con 90 milioni di euro di budget sarà la produzione cinese più costosa della storia), Nanjing Heroes vedrà il premio Oscar per The Fighter nei panni di padre John, prete americano di stanza in Cina, che durante la tragedia, avvenuta il 13 dicembre 1937, riesce a salvare la vita a centinaia di civili. Il soggetto è delicato (i nazionalisti giapponesi negano il massacro ancora oggi), il potenziale drammatico enorme e il talento di Zhang Yimou per le scenografie colossali innegabile: sentiremo parlare a lungo di questo film.

Christian Bale nella prima foto ufficiale di Nanjing Heroes


© RIPRODUZIONE RISERVATA