Mission Impossibile: Rogue Nation ed Edge of Tomorrow sono due tra i più acclamati blockbuster d’azione degli ultimi anni, il primo scritto e diretto da Christopher McQuarrie, che ha lavorato anche alla sceneggiatura del secondo diretto però da Doug Liman (The Bourne Identity). Di entrambi i film sono in arrivo gli attesi sequel, di cui proprio McQuarrie è tornato a parlarne quest’oggi.

In merito a Edge of Tomorrow 2, il regista ha ripreso il discorso da dove si era interrotto Tom Cruise a luglio, quando aveva affermato di avere una grande idea per un potenziale sequel: «Posso rivelarvi che abbiamo l’idea per il sequel di Edge of Tomorrow bloccata e pronta a partire!», ha detto ai microfoni di Collider, continuando: «Non posso aggiungere altro, solo che ci stiamo lavorando». È poi passato a Mission Impossibile 6, di cui McQuarrie sta attualmente scrivendo la sceneggiatura, progettando scene d’azione ancor più spettacolari: «Stiamo certamente cercando di alzare il tiro con questo sequel, ma è una cosa che si fa ogni volta. E abbiamo un’idea per una sequenza d’apertura per la quale siamo molto, molto eccitati. Sarà incredibilmente difficile da realizzare, ma siamo entusiasti!».

La sequenza in questione potrebbe essere quella dello stunt sul ponte di vetro scritta per Rogue Nation e poi scartata. Già a luglio, infatti, si diceva che tale sequenza sarebbe potuta essere riutilizzata in un futuro film del franchise: «C’era questa sequenza che si svolgeva su di un ponte interamente di vetro che collegava due edifici. Ethan aveva questo strumento per rompere il vetro che usa anche nelle centrale elettrica in Rogue Nation, e vuole utilizzarlo per rompere il ponte, uccidendo i nemici che arrivavano da entrambi i lati».

Abbastanza spettacolare?

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA