Anton Ego in Ratatouille

Cinetiratela! Ovvero fai finta di sapere tutto sui film al cinema oggi.
Eccoci arrivati al secondo appuntamento con la nostra nuova rubrica ideata per fingersi esperti di cinema, che ha per icona il severissimo critico gastronomico Anton Ego di Ratatouille

Una guida per dummies, che non pretende di essere esaustiva, né di sostituirsi a una laurea breve al Dams, ma che vi permetterà di far cadere nel discorso qualche frase ad hoc per fare colpo sul/la ragazzo/a di turno, sugli amici, i famigliari o i colleghi il giorno in cui i film escono al cinema. Insomma, tre frasi per intortare per bene, più una a effetto per stupire gli interlocutori. 

Mettetevi alla prova con i film in programmazione questo week end. 

RED SPARROW
«All’apparenza potrebbe ricordare Atomica bionda, ma non punta tutto sull’action come il film con Charlize Theron»
«È un film a tratti molto violento, una spy story adulta, in certi punti molto erotica»
«Jennifer Lawrence non aveva mai rischiato così tanto per un ruolo. Si è lanciata per la prima volta in una scena di nudo integrale»
La frase per fare colpo: «La Lawrence domina la scena soprattutto grazie alla sua imponente fisicità. Il regista l’ha trasformata in un’icona del potere femminile dai tempi di Hunger Games»

LADY BIRD
«È uno dei più bei film sull’adolescenza»
«Greta Gerwig è la quinta regista a essere nominata agli Oscar e l’unica che lo ha vinto è stata Kathryn Bigelow per The Hurt Locker»
«Saoirse Ronan (si pronuncia Serscia) sta studiando da Meryl Streep»
La frase per fare colpo: «Il Time ha messo la Gerwig in copertina, come icona del movimento femminile che sta cambiando Hollywood… e l’America» 

PUOI BACIARE LO SPOSO
«
È un film sull’omofobia in stile Indovina chi viene a cena?»
«Diego Abatantuono, che fa la parte del sindaco progressista con tutti tranne che con il figlio gay, è il solito sornione»
«Uno dei due ragazzi gay è Salvatore Esposito, che fa Genny Savastano nella serie Gomorra. Sono curioso di vederlo in un ruolo così diverso»
La frase per fare colpo: «Il film è ispirato a uno spettacolo di Broadway, Il mio grosso grasso matrimonio gay, e vuole trattare il tema dei pregiudizi di genere con la stessa leggerezza»

QUELLO CHE NON SO DI LEI
«È un incontro scontro tra due personaggi. E per la prima volta nel cinema di Polanski sono due donne»
«Dopo Carnage un altro gioco al massacro» 
«Parla della connessione malsana tra vita privata e dispositivi digitali, non a caso l’ha sceneggiato Olivier Assayas, che aveva affrontato lo stesso tema in Personal Shopper»
La frase per fare colpo: «Il titolo originale, D’après une histoire vraie (tratto da una storia vera), è molto più affascinante, mentre quello italiano sembra strizzare l’occhio al film con Catherine Deneuve, Quello che so di lei»

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA