Le riprese non inizieranno prima del 2014, ma da quando è scattata la luce verde per il remake di Il Corvo, il film di Alex Proyas del 1994 che fece nascere il mito di Brandon Lee, la curiosità si fa sentire. O forse è solo la speranza che F. Javier Gutierrez possa fare meglio dei suoi predecessori che hanno tentato di realizzare improbabili sequel della storia di Eric Draven, nata dalla graphic novel di James O’Barr. Proprio con l’autore e il regista, il sito Shock Till You Drop ha fatto un’interessante chiacchierata al Comic-Con di San Diego. O’Barr ha confermato il suo coinvolgimento nel progetto, ma solo in qualità di consulente creativo: «Mi ha convinto soprattutto Javier. Fosse per me si potrebbero spendere 100 milioni di dollari, avere Johnny Depp e Ridley Scott e il risultato non eguaglierà mai quello che realizzarono Alex Poryas e Brandon Lee. Ma l’idea di Javier di esplorare il tutto con un approccio alternativo mi ha convinto». Gutierrez ha aggiunto: «Non voglio mancare di rispetto al film originale, Brandon era un amico. La mia sarà una nuova interpretazione. Possiamo fare qualcosa di originale e artistico, aggiungendo nuovi elementi rispetto al fumetto». Riguardo al look del film, e soprattutto al trucco che caratterizzerà il protagonista Luke Evans, O’Barr si è detto soddisfatto: «L’ho già visto ed è perfetto, racchiude tutta la sofferenza e tragicità del personaggio».

Ed ecco la chicca: parlando di make-up, Jame O’Barr ha realizzato appositamente per il Comic-Con il teaser poster del remake, secondo lo stile dark che contraddistingue la sua opera. Lo trovate qui sotto:

Fonte: Shocktillyoudrop

© RIPRODUZIONE RISERVATA