Visita la nostra sezione dedicata al Comic-Con 2015 per leggere tutti gli aggiornamenti

Di punti in comune le due serie presentate oggi a uno degli ultimi panel del Comic Con 2015 ne hanno parecchi, non soltanto il loro creatore. Perché la collaudatissima American Horror Story e la neonata Scream Queens vogliono entrambe giocare col genere e divertire il pubblico, preferibilmente facendolo anche saltare sulla poltrona. Poche immagini – il trailer del precedente Freak Show e quello appena sformato della nuova serie – ma tanti e divertenti spunti sono venuti fuori dalla chiacchierata collettiva. Invece di essere presentati l’uno dopo l’altro infatti entrambi i cast sono saliti insieme per dialogare in sinergia sull’idea di horror che Ryan Murphy ha deciso di portare avanti con questi prodotti. Insieme a volti noti e ricorrenti di American Horror Story (come noto la nuova stagione si intitolerà Hotel) quali sono Kathy Bates, Sarah Paulson, Evan Peters e Angela Bassett si è aggiunto anche l’aitante Matt Bomer, che con Murphy ha già collaborato in passato soprattutto nell’acclamato The Normal Heart. Sul versante Scream Queens invece hanno partecipato alla frizzante chiacchierata Emma Roberts, Lea Michele, Abigail Breslin ma soprattutto Jamie Lee Curtis, icona intramontabile dell’horror contemporaneo. «Ho passato una vita intera a recitare in film di genere che non erano scritti in modo proprio impeccabile, volendo adoperare un eufemismo. Lavorare con uno scrittore raffinato come Ryan è stato come bere un elisir di giovinezza. Almeno artistica…».

La parola poi è passata proprio a Ryan Murphy che ha aperto le danze parlando di come è nata la sua nuova creatura televisiva: «L’idea di Scream Queens mi è venuta mentre proprio stavamo girando la terza stagione di American Horror Story e con il cast parlavamo di quanto fossero divertenti quelle commedie che mescolavano paura e humour, oppure i grandi vecchi film prodotti dalla Hammer. Sono stati loro la mia fonte di ispirazione principale. Quando poi ho deciso di lavorare con Jamie Lee sapevo che l’avrei fatta menare le mani, e parecchio. In una scena che ho appena finito di scrivere prenderà a calci nel culo ben tre killer insieme! Vorrei poi vederla fare qualcosa di veramente irriverente, tipo andare a letto con un diciottenne…». La Curtis ha subito folgorato Murphy con un’occhiata che ha decretato che ciò non succederà. Sempre lo showrunner ha rivelato alcune novità sia su American Horror Story: Hotel che su Scream Queen. Per quanto riguarda la prima serie vedremo ritornare un personaggio della prima stagione, anche se non è stato rivelato quale. Lady Gaga, che ha voluto partecipare a tutti i costi come attrice, non canterà però alcun pezzo musicale. E avrà un ruolo da cattiva, così come Sarah Paulson e Angela Bassett.

Su Scream Queens, Murphy è stato ancora più intrigante: «Tutte le attrici principali della serie non sanno ancora quali personaggi moriranno, il che le rende molto più partecipi in fase di riprese. Posso anche annunciare che gli assassini compariranno fin dalla prima puntata, quindi sfido fin da ora il pubblico a capire chi sono. La premiere durerà ben due ore, volevo ricreare l’atmosfera di un film vero e proprio».

Quando sono arrivate le domande del pubblico la più frizzante è stata quella sul film horror preferito degli attori presenti sul palco: ecco allora che sono venuti fuori titoli di grandi classici come L’esorcista (il più gettonato), Rosemary’s Baby, Psycho, Shining o Lo squalo. La risposta più spiritosa è arrivata dalla Scream Queen per eccellenza Jamie Lee Curtis: «Non guardo questo genere. Non mi piace…».

Foto: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA