Allora, cominciamo dalle questioni pratiche.

Ash VS Evil Dead debutterà negli USA su Starz la notte del 31 ottobre, giusto in tempo per Halloween, e ci auguriamo che anche in Italia qualche canale lo acquisisca al più presto.
Saranno dieci episodi da mezz’ora l’uno, il primo diretto proprio dal papà del personaggio, Sam Raimi, ovvero l’uomo che nel 1981 con un horror a bassissimo costo chiamato The Evil Dead rivoluzionò da cima a fondo il genere, influenzando tutto il decennio successivo con una folle miscela di puro terrore e umorismo camp – anche se nel primo film della trilogia, uscito in Italia con il titolo La Casa, la componente comica era ancora minoritaria, e in un certo senso involontaria.

A La Casa e al sequel/remake La Casa 2 farà seguito nel 1993 il medievale L’armata delle tenebre, con Ash catapultato indietro nel tempo. Da allora sono passati trent’anni, ed erano in tanti – noi compresi – a sperare ancora in una quarta puntata. In una pausa dagli impegni hollywoodiani, Sam Raimi e il fratello Ivan si sono quindi messi a immaginare e poi scrivere il film, ma il materiale si è via via accumulato consigliando una destinazione differente per la nuova storia.
La serie tv si collega direttamente alla trilogia cinematografica. I trent’anni, oltre che per il franchise, sono passati anche per Ash, che ora vive in una roulotte e lavora in un grande magazzino, pur senza aver smarrito lo spirito sbruffone ed esibizionista. E questo nonostante indossi una panciera e una dentiera, e prenda pillole per il cuore.

Se trent’anni fa Ash non era esattamente il tipo giusto per salvare il mondo beh, trent’anni dopo, povero mondo” dice Bruce Campbell, interprete di culto della saga e attore feticcio per la geek culture, durante il panel della serie, in cui il trailer (che potete vedere a fine articolo) viene mostrato in anteprima mondiale, suscitando un entusiasmo travolgente. Quel che esalta tutti è che lo spirito originale sembra perfettamente riproposto, c’è moltissimo artigianato e quasi nessun intervento digitale – o comunque la CGI è ben dissimulata. Ci sono cascate di sangue finto, teste e corpi che esplodono, espressioni di disarmata follia. “It’s the carnage mayhem you truly deserve” dice Campbell, che indossa un completo rosso metallizzato e una cravatta nera come la tinta dei suoi capelli scolpiti. Starz, il canale a pagamento a cui dobbiamo anche Spartacus e Outlander tra gli altri, ha infatti garantito completa libertà artistica a Raimi e compagnia, permettendo un look che forse su grande schermo non sarebbe stato possibile, troppo costoso per un vero film indie, e troppo weirdo per il film di una major, per quanto a basso costo.

Nel cast, anche Lucy Lawless, la Xena dell’omonima serie televisiva.
È prevista una seconda stagione? “Tutto dipenderà dagli ascolti” risponde naturalmente Raimi, che però dice di essere ben disposto all’idea, e nel caso dirigerà di sicuro altri episodi. “E voi, quante altre stagioni volete?” chiosa Campbell. “Perché sette rischiano di diventare una rottura di palle, ma cinque mi sembra un gran bel numero“.

Qui sotto, il trailer della serie, appena rilasciato, e il panel con il nostro commento video!

© RIPRODUZIONE RISERVATA