È Corpo celeste, film d’esordio di Alice Rohrwacher (sorella dell’attrice Alba Rohrwacher), il primo titolo italiano certo per il festival di Cannes. Lo ha dichiarato Frederic Boyer, il delegato generale della Quinzaine des realisateurs, impegnato nella selezione per Cannes 2011 i cui titoli saranno annunciati a Parigi il 14 aprile. Corpo celeste, che sarà distribuito prossimamente nelle sale da Cinecittà Luce, è la storia della crescita di Marta (Yle Vianello), 13 anni, appena tornata a vivere con sua madre – interpretata da Anita Caprioli – dalla Germania a Reggio Calabria. Il film, ambientato tra la provincia calabrese e Roghudi, borgo abbandonato dell’Aspromonte, è prodotto da Carlo Cresto-Dina con la neonata società Tempesta (e JBA Production) con Rai Cinema e prende le mosse dall¹omonimo libro di Anna Maria Ortese. In merito al festival di Cannes, «gli italiani possono inoltre sperare – ha infine rivelato Frederic Boyer – di avere, tra concorso e fuori concorso, Habemus Papam di Nanni Moretti, This Must Be the Place di Paolo Sorrentino e Terraferma di Emanuele Crialese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA