Tra Torino, Milano e Ginevra, a un passo dall’aeroporto e di fianco a una delle stazioni sciistiche più belle al mondo. È qui che dal ’91 ha sede il Courmayeur Noir in Festival, quest’anno arrivato alla sua 23° edizione, che si svolgerà dal 10 al 15 dicembre prossimo. Un evento di spicco internazionale, definito da Variety come «l’unico vero Sundance italiano». Al centro, il mondo del crime, del giallo e del mistery, con la proiezione di pellicole di tutto il mondo tra anteprime, ospiti e chiacchierate live con scrittori e giornalisti. In più, venerdì 13 dicembre, si celebrerà il maestro Henning Mankell, vincitore quest’anno del Raymond Chandler Award.

Tra i titoli più importanti di questa edizione, spiccano The Keeper of Lost Causes di Mikkel Norgaard, The Hour of the Lynx di Soren Kragh-Jakobsen e The Troubled Man di Agneta Fagerstrom-Olsson, tutti di origini scandinave. E ancora: On the Job di Erik Matti, Blue Caprice di Alexandre Moors, Wakolda – L’angelo del male di Lucia Puenzo.
Al Noir Fest saranno poi presenti Lambert Wilson e Giovanna Mezzogiorno, che presenteranno Vinodentro; Roberto De Francesco e Esther Elisha (Neve); Rocco Papaleo (La Voce) e Daisy Keeping (Neverlake). Quindi le anteprime di The Counselor – Il Procuratore di Ridley Scott, di Enemy di Denis Villeneuve – che dopo Prisoners torna a lavorare con Jake Gyllenhaal -, Dom Hemingway di Richerd Shepard, Devil’s Knot di Atom Egoyan (guarda il trailer) e Blind Detective di Johnnie To. Ci sarà anche una maratona, prevista per giovedì 12 dicembre, de Il Signore degli Anelli, nell’attesa dell’uscita de Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug. Infine, il debutto italiano di Piovono Polpette 2, quello de Il Castello Magico e il Flauto Magico.

Per scoprire il programma completo del Festival, cliccate qui

Fonte: NoirFest

© RIPRODUZIONE RISERVATA