Un seconda edizione del volume Sulle strade della fiction – Le serie poliziesche americane nella storia della televisione (Lindau, 2002) di Roberto Pastore è in vendita in una versione aggiornata e arricchita nella forma e nel contenuto. A partire dalla copertina, (che ospita Philip Michael Thomas e Don Johnson in Miami Vice) si segnala un ampliamento dell’inserto fotografico e l’integrazione del testo con un capitolo appositamente dedicato ai telefilm di genere arrivati in Italia dal 2001 in poi (come i tre CSI, Senza traccia, Criminal Minds ecc.). L’autore ripercorre la storia della fiction televisiva statunitense, partendo dalla considerazione che solo negli ultimi anni a questo macrogenere così amato e popolare è data la dovuta considerazione anche da parte della critica italiana, da sempre frenata dal pregiudizio e da diffidenza verso tutto ciò che è prodotto per il piccolo schermo. Dopo un capitolo introduttivo su “La fiction televisiva statunitense” si passa a un’analisi de “Le serie poliziesche negli anni ’50 e ’60”, un ritratto degli “Investigatori antieroi”, dei “Poliziotti nelle metropoli”, dei “Detective edonisti”. Si prosegue con una approfondimento su “Gli anni ’80: la metamorfosi”, che si focalizza sul pessimismo di Hill Street Blues, il femminismo di Cagney & Lacey e l’estetica di Miami Vice, un’attenzione particolare è data a Law & Order, Twin Peaks, The Sopranos nel capitolo “Tra realismo e revival”. Infine un tuffo “Nel nuovo millennio” passa in rassegna i telefilm americani nati dopo l’11 settembre e delle produzioni di Jerry Bruckheimer (CSI, Senza traccia, Cold Case). In Appendice è inserita inoltre l’intervista a Claudio G. Fava, critico cinematografico che creò l’appuntamento fisso con il telefilm di genere poliziesco dal lunedì al venerdì in fascia preserale su Raidue quando copriva l’incarico di capostruttura della fiction per la rete (1981-1994). Allo scopo di permettere al lettore una più agevole consultazione (data pure l’impostazione di cronistoria enciclopedica), nell’elenco alfabetico finale delle serie sono riportati tutti i numeri delle singole pagine in cui si fa riferimento alle fiction trattate.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA