Meglio fare un po’ di ordine, perché è vero che Chris Pratt è balzato al successo con Guardiani della Galassia, ma l’attore tra cinema e tv aveva alle spalle una carriera di tutto rispetto. Si parte con Everwood, serie tv in cui recita insieme a Emily VanCamp (i due si metteranno anche insieme per un po’), per proseguire al cinema in film come Wanted (era il migliore  amico di James McAvoy, a cui fregava la ragazza) e L’arte di vincere – Moneyball, dove interpreta un giocatore di baseball al fianco di Brad Pitt e Jonah Hill. Poi ecco Parks and Recreation, la sit-com per cui James Gunn lo sceglie come protagonista del suo cinecomic. Oggi, la carriera di Pratt è tutta in discesa: è atteso in Jurassic World, finito sulla copertina di GQ come una delle personalità dello spettacolo più influenti dell’anno, ha presentato una puntata del Saturday Night Live, e ora un altro progetto si aggiunge alla lista: si tratta dell’adattamento cinematografico di Cowboy Ninja Viking, graphic novel scritta da A.J. Lieberman e illustrata da Riley Rossmo.

Il personaggio di Pratt è Duncan, un assassino schizofrenico che possiede le abilità (e le personalità) di un cowboy, di un ninja e di un vichingo: è il risultato degli esperimenti di uno psicoterapeuta, Sebastain Ghislain, specializzato nel trafsormare alcuni soggetti bipolari in Triplet, ossia agenti speciali del controspionaggio. Duncan si ribellerà al programma e, una volta sfuggito, cercherà vendetta.

Cowboy Ninja Viking è un progetto che circola a Hollywood già da un po’: dapprima Disney aveva affidato a Paul Wernick e Rhett Reeves (sceneggiatori di Benvenuti a Zombieland) lo script, che però non soddisfò gli Studios. La palla passò quindi in mano di Universal, che pensava di consegnare il tutto nelle mani di Marc Forster (Quantum of Solace), ma anche in questo caso non se ne fece più nulla. Ora la via sembra più libera, con Mark Gordon a produrre e Pratt star assoluta, che stavolta dovrà dividersi letteralmente in 3.

Sotto, una photogallery con alcune immagini del fumetto:

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA