Daniel Radcliffe ha solo 25 anni ma una lunga carriera già alle spalle, che lo ha sbalzato in poco tempo da Harry Potter fino ad Horns, ultimo film di Alexandre Aja. I giornalisti, dopo la fine della saga dedicata ai maghetti di Hogwarts, lo davano per spacciato: eppure l’attore inglese ha dimostrato che un ruolo non ti lega per sempre, e lo ha fatto attraverso anni di sperimentazioni in film e spettacoli complessi.

Intervistato durante il Comic-Con, dove ha presentato proprio il suo ultimo e luciferino lavoro (compreso il trailer), Radcliffe ha dichiarato di non aver paura dei ruoli oscuri: «Persino in Harry Potter c’era molta oscurità. Ho fatto cose come EquusThe Cripple of Inishmaan Kill Your Darlings, mi piace essere coinvolto in questo genere di progetti. Di Horns mi piace l’idea da cui parte, è una cosa in cui ci possiamo immedesimare tutti: non per forza perché veniamo accusati dell’omicidio di una ragazza, piuttosto perché a tutti è capitato di non essere capiti e giudicati. Tutti vedono il film come horror, secondo me è magico realismo. Mi piace anche il soprannaturale, può sempre succedere di tutto
Dove si vede Daniel Radcliffe nei prossimi 25 anni? «Vorrei avere una famiglia. Ma soprattutto, davvero, vorrei continuare a lavorare. Voglio soltanto poter recitare. Interpretare una parte per molto tempo mi ha messo la voglia addosso d’interpretare più ruoli possibili, quindi mi sto godendo il momento. Non vedo l’ora di buttarmi in nuovi progetti!».

Altra curiosità uscita durante l’intervista? Daniel Radcliffe adora Sharknado!

Fonte: collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA