«Mi piace recitare, mi diverte troppo perché mi venga voglia di mollare»; con queste parole Daniel Radcliffe, intervistato dal Guardian, ha tranquillizzato le migliaia di fan che ha in tutto il mondo: nessun pericolo, Harry Potter non si è stufato del suo mestiere e non ha intenzione di dedicarsi ad altro, né oggi né mai. «Sono cresciuto recitando» ha raccontato Radcliffe, che nella lunga intervista parla (naturalmente) del personaggio che gli ha dato la fama nonché dello shock di scoprirsi miliardario da un giorno all’altro. Ma i passaggi più interessanti riguardano il suo rapporto con la vita dell’attore: «La gente pensa che se nasci su un set arrivi a un certo punto che non ne puoi più, e vuoi andare a fare altro. In realtà io non ho mai fatto niente di diverso nella mia vita e non voglio neanche farlo» è la dichiarazione d’amore del maghetto al suo mestiere. Dichiarazione che arriva anche a spingersi un po’ troppo in là, se è vero che Radcliffe ha dichiarato: «I set sono luoghi che mi fanno star bene, dove mi sento a casa. Spero di morirci anche, su un set. Ovviamente, il più tardi possibile».

Fonte: Guardian

© RIPRODUZIONE RISERVATA