Il regista, sceneggiatore e produttore americano Darren Aronofsky, autore di capolavori quali Black Swan e del blockbuster biblico Noah, sarà il presidente di giuria della 65esima edizione del Festival del Cinema di Berlino, anche detto Berlinale. Ad annunciarlo è stato pochi minuti fa il direttore del Festival, Dieter Kosslick, commentando al riguardo: «Darren Aronofsky è riuscito a distinguersi come un eccezionale protagonista nel panorama del cinema d’autore contemporaneo. Nel suo approccio artistico riesce sempre a capire il linguaggio cinematografico e le sue possibilità estetiche. Sono onorato di dargli il benvenuto come presidente di giuria della Berlinale 2015».

Aronofsky debutta alla regia nel 1998 con π – Il teorema del delirio, film per il quale vinse il premio per la Miglior Regia al Sundance Film Festival e Miglior Sceneggiatura agli Indipendent Spirit Awards. Due anni dopo presentò il suo adattamento del romanzo di Salby, Requiem for a Dream, al Festival di Cannes, mentre nel 2006 sbarcò al Festival di Venezia con il suo The Fountain. Il vero successo arriva con The Wrestler nel 2008, che sancì il ritorno sugli schermi di Mickey Rourke, vincendo il Leone D’Oro a Venezia e proclamato migliori film dell’anno agli AFI Awards di Los Angeles.
Nel 2011 dirige il thriller psicologico Cigno Nero, ambientato nel mondo del balletto, per il quale viene nominato come Miglior Regista agli Oscar, ai Golden Globe e ai BAFTA. Il suo ultimo film, tratto da una graphic novel scritta di suo pugno, è stato Noah, uscito lo scorso 10 aprile.

Il regista ha motivato così la scelta di accettare l’incarico: «Alla Berlinale il cinema è sempre eccitante e affascinante. Non vedo l’ora di poter guardare gli ultimi film di grandi registi in una delle città più belle al mondo».

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA