Buon compleanno, Manoel de Oliveira! E non è un compleanno qualunque: il maestro del cinema portoghese ha compiuto ieri 100 anni. Ed è ancora in grande forma (chi l’ha incrociato quest’anno alla Mostra di Venezia lo può testimoniare), ben lungi dall’idea di abbandonare la regia. Anzi, sta già progettando un nuovo film: si intitolerà Singularidades de uma ripariga loira, e racconterà la storia di un uomo che si innamora di una misteriosa bionda che gli svolterà la vita. Nato a Porto l’11 dicembre del 2008, De Oliveira ha iniziato a fare cinema negli anni ’20 nel campo del documentario, prima di passare ad opere di fiction che hanno sempre esaltato la sua vena aristocraticamente intellettuale, filosofica e visionaria. Tra le sue pellicole più famose degli ultimi anni, Un film parlato (2003), con Catherine Deneuve, John Malkovich e Stefania Sandrelli, Il quinto impero (2004) e Belle toujours – Bella sempre (2006), sequel del cult di Luis Buñuel Bella di giorno. E proprio questi tre titoli con l’aggiunta de Il principio dell’incertezza sono proposti con un cofanetto distribuito da Dolmen Home Video a partire da questo mese.

Ma.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA