La grande interprete sarà Suor Mary, una religiosa americana alle dipendenze del Vaticano, dove risiede il giovane pontefice Pio XIII, al secolo Lenny Belardo. L’attrice comparirà nelle otto puntate di The Young Pope, serie che costituisce l’esordio televisivo di Paolo Sorrentino, regista vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero con l’apprezzatissimo La grande bellezza. Le riprese di The Young Pope, del quale è protagonista assoluto l’attore britannico di Wilde Jude Law, sono iniziate questa settimana. La coproduzione tra Sky, Hbo e Canal+ potrà contare su Sorrentino regista di tutti gli episodi.

Il resto del cast principale sarà pubblicato a breve; Diane Keaton vanta una carriera portentosa non solo come attrice ma anche come produttrice e regista; nella sua filmografia si distinguono i divertenti Io e Annie – per il quale ha vinto l’Oscar come migliore interprete in un ruolo da protagonista -, Il padre della sposa e Il club delle prime mogli. Pluricandidata, vanta anche nomination all’Academy Award per Tutto può succedere – Something’s Gotta Give, Reds e La stanza di Marvin. Diane aveva già interpretato il ruolo di una suora di nome Mary nel Tv movie del 2001 Sister Mary Explains It All, dark comedy in cui era un’intransigente e autoritaria.

The Young Pope narra del pontificato di Pio XIII, giovane papa italoamericano, conservatore e quasi oscurantista per il fervore nutrito nei confronti della fede cattolica, che si rivelerà compassionevole verso i deboli e severo con chi vuole abusare del potere della Chiesa. La serie indagherà le sue paure e soprattutto il timore di deludere il proprio Dio, e rifletterà sulla fede e sulla santità, sulle tentazioni e sul peccato, e sul divario tra la natura di uomo e di pontefice. La serie è prodotta da Wildside – produttori esecutivi Lorenzo Mieli e Mario Gianani – e coprodotta da Haut et Court TV e MEDIAPRO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA