Disney+ Sony

Si è concretizzato l’accordo tra Disney e Sony che in molti attendevano: i film di Spider-Man saranno infatti presto visibili su Disney+ e le avventure di Peter Parker andranno dunque a unirsi agli altri titoli Marvel già visibili sulla piattaforma streaming della Casa di Topolino. 

Fino ad ora i lungometraggi dedicati all’Uomo Ragno erano rimasti esclusi dato che, com’è noto, in termini di diritti sono di proprietà della Sony. L’accordo sarà valido a partire dal 2022 a inscriversi nel mega-accordo Sony-Netflix del quale vi avevamo dato conto qualche giorno fa

Il colosso di streaming di Ted Sarandos aveva infatti chiuso con un accordo con Sony Pictures per l’arrivo in esclusiva sulla piattaforma delle produzioni degli studios: ciò voleva dire che Netflix, a partire dal 2022, ospiterà la trilogia di Spider-Man di Sam Raimi e titoli come Venom, Jumanji e Bad Boys, oltre ad avere priorità sulle produzioni cinematografiche Sony in accesso premium (ovvero i film che, poco dopo essere arrivati nelle sale cinematografiche, transiteranno sulle piattaforme streaming a pagamento).

Il patto prevede un’esclusiva di nove mesi dall’ingresso nella finestra streaming. Netflix potrà concedere in licenza alcuni titoli del listino Sony (compresi i titoli Columbia), mentre le produzioni della Sony non diminuiranno per quantità e volume e Netflix riverserà degli sforzi anche per delle produzioni destinate solo allo streaming.

 

Al termine della finestra, in virtù dell’accordo con la Disney che si estenderà dal 2022 al 2026, le produzioni Sony potranno dunque approdare su Disney+. Tra i film interessati figureranno naturalmente il nuovo Spider-Man: No Way Home con Tom Holland, ma anche Morbius, Uncharted, Bullet Train e il sequel del film d’animazione Spider-Man: Un nuovo universo, del quale sono stati annunciati di recente i registi, che saranno Joaquim Dos Santos, Kemp Powers (attualmente candidato all’Oscar per Soul della Pixar) e Justin K. Thompson.

L’accordo stretto, stando a fonti vicine alle parti, ha un valore di 3 miliardi di dollari e la validità per il momento riguarda solo gli Stati Uniti. Rientrano nel patto siglato i canali televisivi del gruppo Disney: ABC, Disney Channels, Freeform, FX e National Geographic, che andranno ad aggiungersi a un precedente e già vigente accordo tra FX e Sony.

Fonte: Variety

Foto: Marvel Studios/Disney

Leggi anche: Netflix stringe un accordo con Sony: cosa cambia per i film di Spider-Man e Morbius

© RIPRODUZIONE RISERVATA