Il regista Scott Derrickson aveva dichiarato qualche tempo fa che “Benedict Cumberbatch era il solo e unico interprete seriamente preso in considerazione per il ruolo di Doctor Strange“, eppure, al tempo del casting, l’attore aveva già accettato di interpretare l’Amleto al teatro Barbican di Londra nell’autunno del 2015, quando doveva partire la produzione del cinecomic Marvel in vista di un’allora ideale uscita estiva nel 2016. Semplicemente non era possibile, perché sempre a detta di Derrickson “Benedict non riusciva davvero a districarsi dagli impegni con l’Amleto”. Così il regista si è incontrato con molti altri buoni attori, tra i quali Joaquin Phoenix, Jared Leto e Ryan Gosling, ma alla fine la sentenza definitiva è arrivata da Kevin Feige: «Strange deve essere Cumberbatch!».  E così è stato.

In copertina questo mese su Empire Magazine, però, l’amatissima star britannica ha rivelato alla rivista di aver creduto davvero di aver perso la parte: «Ho pensato seriamente di salutare Doctor Strange per sempre». Eppure, come detto, alla Marvel l’unica scelta possibile era proprio lui, e quindi si è deciso di spostare l’uscita del film in autunno, praticamente solo per avere Cumberbatch: «Di solito, se la corsa è ormai passata non puoi salire a bordo», continua l’attore: «Il più grande complimento che mi abbiano fatto è stato quello di adeguarsi alle mie esigenze e tornare da me. Questo mi ha spinto e motivato nel cercare di soddisfare al meglio la loro fiducia».

Vi ricordiamo che Doctor Strange vedrà nel cast anche Tilda Swinton, Chiwetel Ejiofor, Rachel McAdams, Benedict Wong, Mads Mikkelsen e Michael Stuhlbarg, per un’uscita prevista nelle sale il prossimo 26 ottobre.

Fonte: Empire

© RIPRODUZIONE RISERVATA