Dopo i rumors circolati nel 2007, sembra che sia (ri)giunta finalmente l’ora di Hellraiser: Non ci sono limiti. Il cult horror del poliedrico artista britannico Clive Barker del 1987 (che ebbe sette sequel) tornerà sul grande schermo con un remake 3D. Ad annunciarlo è stato il sito di Variety, che ha inserito il film tra i progetti in fase di realizzazione della Dimension Films, che tra gli altri dovrebbe produrre anche Scream 4, Spy Kids 4 (anch’esso in 3D) e il remake di Un lupo mannaro americano a Londra. La pellicola potrebbe arrivare nelle sale cinematografiche nel 2011, ma attualmente l’opera è ancora in fase di sviluppo. Non è ancora noto, infatti, se esista già uno script, ma secondo voci di corridoio Baker potrebbe collaborare in qualche modo al progetto. Il film originale ruota attorno alle vittime dei Cenobiti, guidati dal loro capo Pinehead (conosciuto in Italia anche con il nome di Portaspilli), che fino all’ultimo sequel del 2005 è stato interpretato dall’attore inglese Doug Bradley. Unico scopo del gruppo, che vive in una sorta di infernale dimensione parallela, il Labirinto, è scovare malcapitati da trascinare nel loro mondo per torturarli in eterno. L’immagine di Pinehead è considerata un’icona del cinema horror al pari di Freddy Krueger, Leatherface o Jason Voorhees (nel nostro sondaggio Chi è il tuo incubo? il Cenobita è arrivato sesto). In attesa di ulteriori dettagli sulla produzione del remake, cominciate a prepararvi al dolore a tre dimensioni…

Per saperne di più sugli horror in arrivo, leggi il nostro speciale e guarda la nostra photogallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA