Secondo l’Associated Press, Robert Downey Jr. ha deciso di rimandare la stesura della sua autobiografia, che doveva essere pubblicata entro la fine del 2008, e ha restituito all’editore HarperCollins il ricco anticipo che aveva ricevuto per un progetto annunciato già nel 2006. La sua portavoce Britney Ross finora non ha spiegato i motivi della cancellazione del libro, presentato come «uno sguardo obiettivo sugli alti e bassi della sua vita e della sua carriera», ora nuovamente in ascesa dopo la brutta parentesi che dal 1996 al 2001 l’aveva visto diverse volte in manette per l’abuso di sostanze stupefacenti che avevano rischiato di compromettere seriamente la sua salute. Ora, con Iron Man , il grande riscatto per l’attore 43enne, e la prospettiva di un futuro decisamente roseo dopo la firma del contratto per altri due sequel, a cui si aggiunge la scelta di Guy Ritchie di puntare tutto su di lui per il suo nuovo Sherlock Holmes, atteso in sala nel 2010, senza contare il Tropic Thunder di Ben Stiller, The Soloist di Joe Wright e il biopic su Hugh Hefner, il papà di Playboy.

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA