Se Ryan Gosling in Drive aveva ragioni più che valide per fare una strage, in Driven ne avrà anche fin troppe. A confermarcelo è lo scrittore James Sallis, che sta scrivendo il romanzo-sequel intitolato, appunto, Driven. Sei anni dopo gli eventi di Drive, il nostro protagonista è un uomo di affari che si è lasciato la sua vecchia vita alle spalle e trascorre le giornate insieme alla sua fidanzata. Una tranquilla routine che viene bruscamente interrotta dall’aggressione di due uomini, portando alla morte della sua ragazza. Una tragedia che costringe Drive a voltarsi indietro e a fare i conti con il suo passato.

Nonostante la trama sembri calzare alla perfezione per un sequel di Drive, bisogna ricordare che gli eventi dell’adattamento cinematografico Drive sono radicalmente diversi da quelli dell’omonimo romanzo su cui il film si basa. Quindi vi consigliamo di tenere i piedi per terra e di non sognare ad occhi aperti Ryan Gosling alle prese con un tragico revenge-movie, perché i fatti potrebbero cambiare… e non di poco. Resta il fatto che l’autore Sallis ha dichiarato di essere rimasto particolarmente influenzato dall’incredibile performance di Gosling nella stesura del secondo capitolo. A questo punto non resta che scoprire se rivedremo l’attore in un sequel cinematografico basato su Driven.

(Fonte: The Indipendent)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA