Il produttore Brian Grazer (A Beautiful Mind, American Gangster) ha rivelato al The Atlantic che uno dei più grandi rammarichi della sua carriera è quello di essere stato coinvolto nello sviluppo del film sci-fi del 2011 Cowboys & Aliens diretto da Jon Favreau (Iron Man).

Grazer ha affermato al riguardo: «Ho accettato di far parte di quel film, ma non mi piacciono né i cowboy né gli alieni. Ho detto sì solo perché c’era un elevato numero di star nel cast e tra i produttori, come Ron Howard o Steven Spielberg, nonché il regista Jon Favreau». Il produttore ricorda inoltre un primo incontro nella fase iniziale dello sviluppo: «Ho detto, “non lo chiameremo seriamente Cowboy & Aliens, vero?”, sentendomi rispondere, “certo, come dovremmo chiamarlo sennò?”».

Brian Grazer ha infine confessato di lasciarsi coinvolgere occasionalmente in prodotti scadenti: «Sappiamo bene quale sia il materiale eccellente. Conosciamo benissimo quali siano i cibi gustosi e quali no, ma c’è un processo di razionalizzazione. Quando diciamo “questo è abbastanza buono”, in realtà quell’abbastanza buono, è una m***a!».

Il film con protagonista Daniel Craig ha incassato a livello globale 174,8 milioni di dollari a fronte di un budget di 163 milioni, entrando nella classifica dei semi-flop del 2011.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA