Uno dei film preferiti della star di Hunger Games, in uscita dopodomani, è il primo Scemo+Scemo, uscito 20 anni fa. L’attrice si era autoproclamata fan e aveva espresso il desiderio di poter partecipare, anche se solo con un’unghia, al sequel (che in America ha debuttato in testa al botteghino).

I fratelli Farrelly l’avevano presa sul serio, tanto da vedersi con la giovane star una sera (a cena al ristorante), alla presenza di Jeff Daniels. L’attrice era veramente entusiasta di trovarsi vicino a Daniels e lo trovava così vicino al personaggio del film, Harry, da morire dal ridere.

L’attrice pare si sia davvero presentata sul set, ma che poi la sua particina sia stata tagliata. L’attrice, secondo gli accordi presi, avrebbe sempre potuto esprimere un veto sulla scena, una volta vista. La Lawrence avrebbe dovuto essere una sorta di giovane Faida Falcher, ma – secondo The Hollywood Reporter – avrebbe esercitato il suo potere di eliminare la scena X.

I Farrelly si sono affrettati a specificare che la Lawrence non c’entra nulla con la loro decisione. In alcune dichiarazioni recenti al sito, però, i due hanno puntato il dito contro gli agenti che avrebbero impedito a J Law di partecipare al film, chiosando la faccenda con un semplice “Agents”. Questi ultimi, per paura che il declassamento della pellicola a film di serie B, potesse rovinarle la carriera, le hanno imposto di pretendere il taglio della scena.

Sarà andata proprio così o semplicemente la scena era ininfluente ed era impossibile girarne un’altra perché lei è sempre su altri set? Ci sembra strano che i due registi abbiano rinunciato a un cameo della big star, solo perché venuto male. Come dice Screen Rant, qui gatta ci cova…

Fonte: Screen Rant

© RIPRODUZIONE RISERVATA