Giuseppe Tornatore e Kseniya Rappoport sono candidati rispettivamente alla statuetta di miglior regista e migliore attrice per La sconosciuta (Medusa) ed Elio Germano (nella foto) per Mio fratello è figlio unico (Warner) di Daniele Luchetti a quella di migliore interprete maschile della 20ª edizione degli European Film Awards. Le nominations sono state annunciate il 2 novembre al Seville Film Festival dall’European Film Academy e dall’EFA Productions. In gara per il miglior film europeo ci sono 4 settimane, 3 mesi e 2 giorni (Lucky Red) di Cristian Mungiu, Ai confini del Paradiso (Bim) di Fatih Akin, L’ultimo re di Scozia (Fox) di Kevin Macdonald, La vie en rose (Mikado) di Olivier Dahan, Persepolis (Bim) di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud e The Queen (Bim) di Stephen Frears. Tornatore si contenderà il premio come miglior regista con Mungiu, Akin, Macdonald, Frears e Roy Andersson per You, the Living (Lady Film). Gli altri italiani in gara sono tre: per la categoria direttore della fotografia Fabio Zamarion per La sconosciuta, e per il Prix d’excellence la costumista Francesca Sartori per Alatriste (Medusa) e la montatrice Lucia Zucchetti per The Queen. L’elenco completo delle nomination si trova sul sito www.europeanfilmacademy.org. I 1.800 membri dell’Efa voteranno per eleggere i vincitori che saranno proclamati e premiati l’1 dicembre a Berlino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA