«La visione di Travis della mia sceneggiatura originale è fantastica. Da fan degli horror non volevo e potevo perdermela». Così Eli Roth ha commentato la scelta di fare da produttore esecutivo al remake di Cabin Fever, uno dei suoi horror più amati dal pubblico, nonché quello che l’ha lanciato prima della consacrazione definitiva con Hostel. A dirigere questa nuova versione c’è Travis Zariwny (Intruder), che per il “suo” script si è basato proprio sul copione originale di Roth. «I ragazzi erano tutti fan di Cabin Fever e hanno intenzione di realizzare un nuovo classico horror. E credo che ci riusciranno».

Perché si voglia realizzare un remake di Cabin Fever si può facilmente intuire dai meccanismi narrativi e produttivi che regolano l’horror da anni ormai. A soprprendere, piuttosto, è il coinvolgimento di Roth, che ha accettato di essere parte di un progetto che riportare a nuova vita un suo film, ancora ben impresso nella memoria dei fan. Cabin Fever raccontava la storia di un gruppo di ragazzi che, dopo essersi riuniti in una baita in montagna per passare un weekend di baldoria, venivano contagiati da un terribile virus.

Nel cast della nuova versione vedremo Gage Golightly (Teen Wolf), Dustin Ingram, Samuel Davis, Matthew Daddario e Nadine Crocker. Le riprese cominceranno questa settimana a Portland.

Sotto, il trailer di Cabin Fever:

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA