Dalla selvaggia preistoria a un futuro apocalittico: Roland Emmerich dopo 10.000 a.C. , in arrivo il 14 marzo nelle nostre sale, dirigerà 2012, una pellicola ambientata nell’ipotetico anno della fine del mondo. Nuovi cataclismi in vista, dunque, per il regista tedesco che per l’avvenire aveva già immaginato un disastro di proporzioni epiche ne L’alba del giorno dopo. Scritto dallo stesso Emmerich insieme a Harald Kloser, già coautore della sceneggiatura di 10.000 a.C. , il nuovo film sarà prodotto dalla Sony e la lavorazione dovrebbe partire a inizio autunno con un budget da 200 milioni di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA