Peter Dinklage, che alla premiazione degli Emmy di questa notte ha vinto il suo secondo riconoscimento come miglior attore non protagonista per l’interpretazione di Tyrion Lannister nella serie il Trono di spade, plurivincitrice con dodici statuette, si è detto «totalmente impreparato» alla vittoria.
Dopo aver baciato la moglie si è presentato sul palco, pettinato con un codino alto sulla testa, e ha ricevuto il premio dalle mani di Viola Davis, vincitrice come miglior attrice protagonista della serata (qui tutti i vincitori e qui la gallery dei premiati).

Falsa modestia? Credeva che non avrebbero replicato? Era davvero convinto che avrebbero dato il premio a un altro?
Dinklage ha persino detto «Ero così impreparato che stavo persino masticando una gomma. Ed ero impreparato, perché gli attori della mia categoria (Jonathan Banks per Better Call Saul, Michael Kelly per House of Cards, Dan Mandelsohn per Bloodline, Jim Carter per Downtown Abbey e Alan Cumming per The Good Wife, ndr) offrono performance… Tra tutti Jonathan Banks che è così… e il resto… Ho lavorato con i migliori autori: David Benioff e Dan Weiss, Grazie ragazzi! Grazie a George Martin che ha creato l’universo e a Lena Hadey, mia ispirazione e partner sulla scena (nel ruolo della sorella “antagonista” Cersei Lannister, ndr) e a tutti gli altri attori della serie che sono migliaia…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA