Ieri sulla Walk of Fame di Hollywood si è tenuta la cerimonia per donare al co-creatore di Batman Bob Kane (venuto a mancare nel novembre del 1998) e per l’occasione il regista di Batman v Superman: Dawn of Justice Zack Snyder ha voluto onorare l’uomo che creò nel lontano 1939 l’Uomo Pipistrello: «Voglio solo dire che  un onore per me poter essere qui e parlare in onore della stella dedicata a Bob Kane. È un traguardo incredibile ed è incredibile che siamo qui tutti a riconoscerlo perché ci ha donato un regalo meraviglioso: Batman».

Il regista continua parlando del suo processo creativo legato al nuovo film: «Recentemente ho dovuto fare questo film, Batman v Superman, e durante il processo ho dovuto disegnare il personaggio di Batman, il suo costume… Non so quanto sappiate del processo che si nasconde dietro quel personaggio, ma quello che posso dirvi è che sono stati mesi di idee e correzioni prima di arrivare all’idea di Batman che vuoi davvero vedere. Insieme al costumista Michael Wilkinson abbiamo creato l’idea e poi abbiamo dovuto testarla su Ben [Affleck]. Così abbiamo creato un vicolo, dei graffiti, dei barili incendiati, tutto per creare una location noir adatta per filmare per la prima volta Batman. Ben ha indossato il costume e lo abbiamo messo di fronte alla telecamera e gli ho chiesto semplicemente di guardarsi intorno e fissare l’obiettivo in stile Batman, ed è stato fantastico! Ho proprio sentito in quel momento di aver raggiunto il mio obiettivo e di aver dato il meglio. Quando ho guardato Ben era la personificazione di Batman, era perfetto, proprio come l’avevo immaginato».

Per la prima volta Snyder ammette: «La verità è che non era il Batman che avevo immaginato, è diverso dall’idea che Bob [Kane] mi ha inculcato attraverso anni di serie tv, fumetti e film. Ma dopo aver visto Ben mi sono reso conto che ognuno di noi ha il suo Batman in mente. Questa è la vera eredità di Bob».

Subito dopo la cerimonia, il regista ha avuto modo di parlare con Comic Book Resources di come sia arrivato all’idea dell’Uomo Pipistrello che vedremo in Batman v Superman: Dawn of Justice. «Avevo un’idea molto precisa di cosa volessi fare… Ma le cose si sono evolute e un normale costume di tessuto si è trasformato in un’armatura!». Sulla decisione di scegliere Ben Affleck, Zack Snyder rivela: «Volevo un Batman più maturo. Volevo un Batman stanco della guerra. Per questa ragione Ben era perfetto per me… Lo abbiamo invecchiato un pochino. Ma ha funzionato benissimo. Sono veramente entusiasta del Batman che abbiamo creato!». Parlando, invece, dell’influenza che il fumetto Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller ha avuto su Batman v Superman, Snyder risponde: «Ci sono moltissimi grandi artisti che hanno lavorato su Batman. Così tanti fumetti fantastici sono stati creati, non si possono nemmeno contare. Ne ho parlato con Frank di quanto Il ritorno del Cavaliere Oscuro sia stato una fonte d’ispirazione per me, che volevo rendergli omaggio nel film se avesse voluto. Molti elementi visivi sono un omaggio, ma non penso che il film sia un adattamento del fumetto».

E quando al regista viene chiesto se nel film ci sarà anche qualche parte divertente, rivela: «Tutti hanno visto i primi due trailer. Ci sarà molto di più da vedere. Imparerete molto di più».

La nostra curiosità è alle stelle! Come faremo ad aspettare fino al 24 marzo 2016?

Fonte: Variety e CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA