Siamo in tanti ad essere curiosi riguardo alla versione iniziale di Fantastic 4 – I Fantastici Quattro come era stata pensata dalla 20th Century Fox e dal regista Josh Trank, soprattutto alla luce del tracollo subìto dal film al botteghino.

Lo sceneggiatore scelto era Jeremy Slater (The Lazarus Effect), che aveva lavorato per un certo periodo di tempo con Trank, prima che subentrasse Simon Kinberg.

Il sito Birth.Movies.Death ha riportato quelli che sono i dettagli principali dello script redatto da Slater. A emergere, ci sono grosse differenze con il prodotto definitivo. Eccole:

– La sceneggiatura non comprendeva soltanto l’origin story del team e lo scontro con il Doctor Doom, ma anche H.E.R.B.I.E., la FantastiCar e i cattivi Galactus e l’Uomo Talpa.

– Reed e Ben erano amici d’infanzia, come nella versione finale, ma nel primo script era enfatizzato il fatto che Ben riesce a dare forza a Reed, il che spiega perché ci tenga così tanto a portarlo con sé nel viaggio nell’altra dimensione.

– Quando Reed si reca al Baxter Building, si innamora di Sue Storm. Victor intanto spia Reed per conto di Latveria.

– Il padre di Sue e Johnny non rientrava nello script. La scuola semplicemente si rifiutava di permettere a Reed e Victor di usare il Portale Quantico, perciò loro ci vanno di notte, e Ben è il primo essere umano a metter piede sul pianeta sconosciuto.

– La Zona Negativa è un luogo alieno in rovina, pieno di scheletri. Si imbattono in Galactus che spara Materia Oscura dalle sue mani e sembra uccidere Doom. Gli altri a stento riescono a tornare indietro, ma la Materia Oscura attraversa il portale e li tramuta.

– A questo punto, con la scena della scoperta dei poteri, la sceneggiatura si avvicina molto al film definitivo. Poi fa un salto temporale di cinque anni in seguito ai quali Johnny è una star televisiva, Sue lavora ancora al Baxter Building (tentando di curare Ben in segreto), e Reed si nasconde a Jakarta, dove ha costruito il robot H.E.R.B.I.E. e tenta di vendere la Fantasticar alla Toyota.

– Le spie di Latveria hanno ultimato il loro Portale Quantico, ma ecco che sopraggiunge Victor Von Doom composto unicamente di Materia Oscura. Inizia il suo regno del terrore.

– Uno dei grandi momenti action in programma era la sequenza in cui i Fantastici Quattro combattono un enorme Moloid a New York, che successivamente diventa l’Uomo Talpa.

– Il film si conclude con una spettacolare battaglia a Latveria contro Doom, il quale alla fine rimane intrappolato nella Zona Negativa. I Fantastici Quattro avvisano il governo dell’imminente arrivo di Galactus, che spiana la strada al sequel.

Aspettiamo il 10 Settembre per scoprire se la versione di Slater sarebbe stata migliore o peggiore.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA