«Pixar spostati, è in arrivo una nuova animazione». Non sono stati pochi i quotidiani inglesi e statunitensi ad aver titolato così le loro prime pagine all’indomani dell’uscita del nuovo sofisticato cartoon di Wes Anderson, Fantastic Mr. Fox
E, in effetti, il piccolo capolavoro “fatto a mano” da Wes Anderson è veramente una perla rara. In cui l’artigianale diventa escamotage per mettere a punto un raffinatissimo gingillo fiabesco che narra le leggendarie gesta di una “volpe troppo furba” con protagonista una banda di pupazzi/peluche (volpi, opossum, conigli…) che camminano in posizione eretta e vestono eleganti tali e quali il buon Wes. E pur se dubitiamo molto che questa esilarante opera in stop-motion possa veramente spostare gli assi dell’equilibrio dell’attuale panorama animato, rappresenta comunque una ventata d’aria fresca rispetto a un immaginario ormai dominato da pochi interlocutori. Ma soprattutto è nuovo ossigeno per la carriera di un bambino prodigio ormai troppo cresciuto e ripiegato su se stesso. Con George Clooney, Meryl Streep e Bill Murray a dare voce (recuperateveli assolutamente in Dvd) all’ultra-sophisticated mondo “volpino” di Mr. & Mrs. Fox, l’adattamento della favola di Roald Dahal è divertentissimo e frizzante. Ed era da dopo I Tenenbaum (2001) che questi due aggettivi non venivano più associati al regista di Rushmore. Pur se Wes non ha mai perso i fan più affezionati, il suo lavoro negli ultimi anni, Il treno per il Darjeeling in testa, si era fatto sempre più ermetico e asfissiante. Con Mr. Fox è come se avesse aperto le finestre per cambiare aria. […]

Per leggere il resto dell’articolo correte a comprare la rivista. Best Movie di aprile è già in edicola!

© RIPRODUZIONE RISERVATA