Perdere uno dei più importanti protagonisti della saga di Fast and Furious è stato devastante, perché Paul Walker era considerato davvero l’anima e il cuore del franchise, ma il cast ha trovato una nuova causa intorno a cui aggregarsi e continuare con nuovi film.

«Dobbiamo farlo per il mondo. È diventata una questione globale» ha detto la veterana della serie dedicata ai motori rombanti, Michelle Rodriguez. Parlando con Entertainment Weekly al Toronto Film Festival, ecco cosa ha detto:

«Paul è il cuore di F&F. Quel ragazzo amava il genere, le auto, amava quel lifestyle» ha spiegato. «E non avendo noi altri lo stesso amore per le macchine da corsa e quello stile di vita, con la sua morte abbiamo perso quell’aspetto dell’anima del franchise ed è qualcosa che ci ha colpiti tutti e lo sappiamo».

Ma ha spiegato quello che è diventato il nuovo spirito F&F: «Viviamo in un contesto in cui non c’è nessun blockbuster della nostra stessa taglia – né i cinecomics né gli sci-fi – che denunci l’assenza di un discorso multiculturale. Non ci sono film con un budget da 115 milioni di dollari che parlino dei latini, degli afroamericani e degli asiatici… E non lo facciamo né per noi stessi, né per i soldi, ma perché avevamo bisogno di una nuova motivazione. Ed ecco qual è la nostra motivazione: che sentivamo la presenza di questo gap nel mercato che nessun altro sentiva. Ed è questo che ci sta facendo andare avanti».

Fast and Furious 8 sbarcherà nei nostri cinema il 13 aprile 2017 e vedrà coinvolti nella famiglia di Diesel, oltre ai graditi ritorni di The Rock e Kurt Russell, anche le new entry Charlize Theron e Scott Eastwood.

Qui sotto il video dell’intervista alla Rodriguez:

© RIPRODUZIONE RISERVATA