Fermati, o mamma spara

Qualche anno fa Sylvester Stallone ammise di aver accettato il ruolo in Fermati, o mamma spara solo perché il suo agente gli disse che se non l’avesse preso sarebbe andato ad Arnold Schwarzenegger.

Quello che l’attore non sapevo, però, è che l’ormai ex Governatore della California mise in giro la voce proprio perché voleva che ciò accadesse: aveva letto il copione e sapeva che il film era pessimo e voleva che il rivale accettasse la parte per fare flop.

Lo ha confermato proprio Schwarzy durante il New York Comic-Con: «È tutto vero. Ho letto la sceneggiatura ed era davvero orribile. Lo sapete, ho fatto film pessimi nella vita. Erano brutti. Ma questo era davvero terribile. Così mi dissi – era durante la nostra guerra – ‘Faccio uscire la notizia che sono molto interessato alla parte’. So come funziona Hollywood, avrei chiesto tantissimi soldi, così avrebbero pensato ‘Proviamo a sentire Sly, magari vuole meno soldi’. E così fu. Gli dissero ‘Schwarzenegger è interessato, ne stiamo parlando. Se vuoi la parte è ancora disponibile’. E la prese. Una settimana dopo mi dissero ‘Stallone ha accettato per la parte’. E urlai ‘Si!’».

Nel frattempo la faida tra i due, durata tra gli anni ’80 e ’90, si è conclusa, perché come ha ammesso lo stesso Arnold «Era diventata così sciocca che ad un tratto sembrava più una gara a chi avesse il corpo più muscoloso».

Cosa ne pensate? 

Leggi anche Creed 2: a dirigere il film sarà lo stesso Sylvester Stallone

Fonte: SlashFilm

© RIPRODUZIONE RISERVATA