Dal 3 all’11 novembre si terrà al Teatro Miela di Trieste il XXII Festival del Cinema Latino Americano che, nato nel 1985 e organizzato nella città friulana dal 1990, rappresenta la più importante rassegna della produzione cinematografica, video e televisiva del continente latino in Italia. Negli anni è diventato punto di riferimento e vetrina in Europa degli addetti ai lavori latinoamericani. Per il Festival sono passati gran parte dei più noti registi e personalità del cinema Latino Americano. Presidente è Fernando Birri, Leone d’Oro a Venezia nel 1961 e fondatore della Prima Scuola di Cinema in America Latina. Quest’anno il Festival proporrà, nella sezione Concorso circa 15 opere della recente produzione cinematografica dell’intero continente. Presidente della Giuria sarà il regista cileno Miguel Littín, uno dei più importanti autori del cinema latino americano, a cui sarà conferito il “Premio Allende” e che sarà il protagonista della sezione intitolata proprio alla memoria di Salvador Allende, dedicata agli artisti impegnati a valorizzare la condizione umana e la storia del popolo latino americano. Un evento speciale sarà la retrospettiva-omaggio allo scrittore Gabriel García Márquez, in occasione del 40° anniversario della prima edizione della sua opera più nota Cent’anni di solitudine e a 25 anni da quando ricevette il Nobel per la Letteratura. Tanti gli appuntamenti, tra cui l’omaggio a Quirino Cristiani, vero pioniere e fondatore del cinema d’animazione, e le sezioni dedicate alle produzioni video e digitali, alle scuole di cinema, alla musica latina e alla documentaristica. Parte dei film saranno poi ripresentati a Roma, al Centro Sperimentale di Cinematografia – Sala Trevi, e a Milano, in collaborazione con il Comune, presso la Sala Comunale Gnomo. Informazioni e programma del Festival sul sito web: www.cinelatinotrieste.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA