Quinzaine des réalisateurs 2021
 

Presentato oggi il programma della Quinzaine des réalisateurs 2021, l’ultima sezione del prossimo Festival di Cannes che ancora mancava all’appello. Il delegato generale Paolo Moretti ha annunciato ventiquattro titoli, tra i quali quattro sono italiani.

Si tratta di: A Chiara di Jonas Carpignano, nuovamente girato nella comunità di Gioia Tauro come il precedente A Ciambra, prodotto e sostenuto da Martin Scorsese, nonché capitolo finale della “trilogia gioiese” del regista che include anche Mediterranea; Futura, reportage sulla gioventù nostrana da nord a sud girato a sei mani da Pietro Marcello, Francesco Munzi e Alice Rohrwacher con interviste a ragazzi tra i 15 e i 20 anni; Re granchio, esordio nella fiction degli italo-americani Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis, cineasti attenti ai racconti popolari e alle leggende orali della tradizione contadina, autori del pluripremiato documentario Il solengo; Europa di Haider Rashid, parabola sul tentativo di ingresso a piedi in Europa attraverso la “rotta balcanica” di un giovane iracheno, attaccato dalla polizia di frontiera bulgara e braccato dai cosiddetti “cacciatori di migranti” (uscirà al cinema con I Wonder Pictures). Rashid, il regista, è nato (nel 1985) e cresciuto a Firenze, da padre iracheno e madre italiana.

Europa
Foto: Radical Plans, Beyond Dreams, Fair Play, ODU Movies, Berta Film

La sinossi di A Chiara recita: La famiglia Guerrasio si riunisce per celebrare i 18 anni della figlia maggiore di Claudio e Carmela. È un’occasione felice e la famiglia è molto unita, nonostante una sana rivalità tra la festeggiata e sua sorella Chiara di 15 anni sulla pista da ballo. Il giorno seguente, quando il padre parte improvvisamente, Chiara inizia a indagare sui motivi che hanno spinto Claudio a lasciare Gioia Tauro. Più si avvicinerà alla verità, più sarà costretta a riflettere su che tipo di futuro vuole per sé stessa.

Foto: Stayblack con Rai Cinema, Haut et Court, Arte France Cinéma

Di seguito, invece, la sinossi di Re Granchio: Italia, giorni nostri. Alcuni vecchi cacciatori ricordano insieme la storia di Luciano. Tardo Ottocento, Luciano è un ubriacone che vive in un borgo della Tuscia. Il suo stile di vita e la sua ribellione al dispotico principe locale lo hanno reso un reietto per il resto della comunità. In un estremo tentativo per proteggere dal principe la donna che ama, Luciano commette un atto scellerato che lo costringe a fuggire in esilio nella Terra del Fuoco. Qui, la ricerca di un mitico tesoro, al fianco di marinai senza scrupoli, si trasforma per lui in un’occasione di redenzione. Ma la febbre dell’oro non può seminare che tradimento, avidità e follia in quelle terre desolate.

Foto: Ring Film con Rai Cinema/Shellac Sud, Volpe Films, Wanka Cinema in associazione con Laser Film

Tra gli altri registi che andranno a impreziosire il programma della Quinzaine spiccano Miguel Gomes, Clio Bernard, Radu Muntean, Antoneta Alamat Kusijanović e Anita Rocha da Silveira. In cartellone anche il sequel The Souvenir Part II di Joanna Hogg e naturalmente il maestro del documentario Frederick Wiseman, che riceverà il prestigioso omaggio alla carriera della Carrosse d’Or.

Ad aprire la sezione ci sarà invece Between two worlds, ritorno alla regia dello scrittore Emmanuel Carrère con Juliette Binoche e basato sul bestseller Le Quai de Ouistreham. Protagonista della storia è una scrittrice “infiltrata” per mesi tra le donne delle pulizie del ferryboat che attraversa la Manica, alle prese con condizioni lavorative a dir poco disumane (sarà distribuito in sala in Italia da Teodora Film).

Di seguito la lista completa dei film selezionati!

FILM DI APERTURA
Ouistreham (Between Two Worlds) di Emmanuel Carrère

FILM DI CHIUSURA
Our Men di Rachel Lang

A Chiara di Jonas Carpignano
Ali & Ava di Clio Barnard
Clara Sola di Nathalie Álvarez Mesen
De bas étage (A Brighter Tomorrow) di Yassine Qnia
Diarios de Otsoga (The Tsugua Diaries) di Miguel Gomes, Maureen Fazendeiro
El empleado y el patrón (The Employer and the Employee) di Manuel Nieto Zas
Entre les vagues (The Braves) di Anaïs Volpé
Europa di Haider Rashid
Futura di Pietro Marcello, Francesco Munzi, Alice Rohrwacher
Integralded di Radu Muntean
Jadde Khaki (Hit the Road) di Panah Panahi
Luaneshat e kodres (The Hill Where Lionesses Roar) Luàna Bajrami
Les Magnétiques (Magnetic Beats) di Vincent Maël Cardona
Medusa di Anita Rocha da Silveira
Murina di Antoneta Alamat Kusijanović
Neptune Frost di Saul Williams, Anisia Uzeyman
A Night of Knowing Nothing di Payal Kapadia
Re granchio (The Tale Of King Crab) di Alessio Rigo de Righi, Matteo Zoppis
Retour à Reims (Fragments) di Jean-Gabriel Périot
The Sea Ahead di Ely Dagher
The Souvenir Part II di Joanna Hogg
Yong An Zhen Gu Shi Ji (Ripples of Life) di Shujun Wei

PROIEZIONE SPECIALE
The Souvenir di Joanna Hogg

CORTOMETRAGGI
Anxious Body di Yoriko Mizushiri
El espacio sideral (The Sidereal Space) di Sebastián Schjaer
Simone est partie (Simone is Gone) di Mathilde Chavanne
Sycorax di Lois Patiño, Matías Piñeiro
The Parents’ Room (La chambre des parents) di Diego Marcon
The Vandal di Eddie Alcazar
The Windshield Wiper di Alberto Mielgo
Train Again di Peter Tscherkassky
When Night Meets Dawn (Quand la nuit rencontre l’aube) di Andreea Cristina Borțun

Foto: Quinzaine des réalisateurs 

Leggi anche: Festival di Cannes 2021: annunciato il programma della Semaine de la critique

© RIPRODUZIONE RISERVATA