ll Festival di Cannes va incontro a un nuovo rinvio causa pandemia: la prestigiosa rassegna di cinema è stata infatti appena rinviata, spostandosi dal tradizione mese di maggio a quello di luglio, nello specifico da martedì 6 a sabato 17. La notizia è stata comunicata in una nota stampa diffusa dal festival nel tardo pomeriggio di oggi. 

Altra battuta d’arresto, dunque, per il festival transalpino. Nei giorni scorsi era circolata l’indiscrezione giornalistica, diffusa da Variety, delle ipotetiche date 5-25 luglio come possibile forbice temporale in cui il festival sarebbe andato a ricollocarsi.

Il Festival di Cannes dello scorso anno è stato cancellato del tutto a causa della pandemia di coronavirus, mentre l’edizione del 2021 avrebbe dovuto svolgersi dall’11 al 22 maggio.

Cannes Lions, il mercato promozionale annuale del festival, si svolgerà invece tra il 21 e il 25 giugno, un periodo di tempo che era stato preso in considerazione anche per il festival vero e proprio.

L’edizione di Cannes dell’anno scorso era originariamente in programma tra il 12 e il 23 maggio. Sebbene il festival fosse stato dapprima posticipato e avesse aspettato l’inizio di maggio per annullare definitivamente l’evento fisico, il direttore artistico Thierry Frémaux aveva ufficializzato in seguito una selezione ufficiale di film a marchio “Cannes 2020”, poi circolati anche in altri festival. Tra di essi Soul della Pixar, The French Dispatch di Wes Anderson (ancora privo, in realtà, di una data d’uscita e considerato da molti il film d’apertura virtuale dello scorso anno), Lovers Rock e Mangrove di Steve McQueen e Another Round di Thomas Vinterberg.

Cannes ha in seguito pianificato un piccolo evento in presenza, della durata di tre giorni, alla fine di ottobre, nel quale sono state proiettate le anteprime di quattro film selezionati per l’edizione del 2020, nonché alcuni cortometraggi in concorso.

Il Palais des Festivals, dove hanno luogo tradizionalmente le proiezioni principali, gli eventi glamour del tappeto rosso, uno dei più celebri al mondo, e le serate di gala, è stato utilizzato nelle ultime settimane come luogo preposto alle vaccinazioni anti COVID-19.

Foto: Getty Images (Francois Durand; Pascal Le Segretain; Arnold Jerocki)
© RIPRODUZIONE RISERVATA