Saranno 20 i film italiani in anteprima mondiale al Festival di Locarno. La  61ma edizione della manifestazione si terrà dal 6 al 16 agosto ed è stata presentata questa mattina a Milano dal direttore artistico Frederic Maire. In Piazza Grande sarà proiettato Lezione 21 di Alessandro Baricco, qui alla sua prima prova da regista per mettere in scena il mistero della genesi della Nona Sinfonia di Beethoven attraverso la rievocazione di uno studente della lezione più bella del suo professore universitario Mondrian Kilroy interpretato da John Hurt (nella foto in una scena con Leonor Watling). Per il Concorso internazionale è stato selezionato il film coprodotto da Italia, Romania e Francia Mar Nero di Federico Bondi. Due i film italiani nella sezione Cineasti del presente: Beket di Davide Manuli e Napoli Piazza Municipio di Bruno Oliviero. Molti i titoli selezionati anche per la sezione Ici & Ailleurs, tra i quali Il sol dell’avvenire di Gianfranco Pannone, Non chiederci la parola di Elisabetta Sgarbi e Petites Historias das Crianças di Guido Lazzarini, Gabriele Salvatores e Fabio Scamoni. Il festival dedicherà anche una retrospettiva a Nanni Moretti (Palombella rossa sarà proiettato in Piazza Grande) unitamente a una mostra fotografica dei set degli ultimi suoi film e alla presentazione di un volume dei Cahiers du cinema con un intervista inedita al regista romano. In collaborazione con la Cineteca di Milano ci sarà un omaggio a Luigi Comencini con la proiezione di Und das am Montagmorgen girato in Germania nel 1959 e presentato l’anno stesso al Festival di Berlino. Da segnalare anche la presenza del regista Paolo Sorrentino tra i giurati del Concorso internazionale.

St.Ra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA