Ieri, in occasione di un ricevimento presso l’Ambasciata di Svizzera a Roma, il nuovo direttore artistico del Festival di Locarno, Olivier Père, ha annunciato i primi due titoli del Concorso Internazionale: Pietro (nella foto) di Daniele Gaglianone e L.A. Zombie di Bruce LaBruce. Gaglianone, al suo terzo lungometraggio, aveva già partecipato al Festival con la proiezione fuori concorso del documentario Rata Nece Biti (Non ci sarà la guerra), vincitore nel 2009 del David di Donatello come Migliore documentario italiano. Il canadese LaBruce prenderà parte all’evento per la prima volta, presentando la prima internazionale del suo film. Nel corso della presentazione, inoltre, è stato annunciato un omaggio al regista e attore Corso Salani, prematuramente scomparso il 16 giugno scorso. La 63ma edizione del Festival si terrà dal 4 al 14 agosto nella cittadina svizzera. Saranno una ventina i titoli in lizza per il Pardo d’oro da 90mila franchi. La giuria del Concorso Internazionale, presieduta dal regista Eric Khoo (Singapore), sarà composta dall’attrice Golshifteh Farahani (Iran), dall’attore Melvil Poupaud (Francia) e dai registi Lionel Baier (Svizzera) e Joshua Safdie (Stati Uniti). È stata inoltre resa nota la partecipazione dell’attrice italiana Anita Caprioli (Non pensarci, Good Morning, Aman) nella giuria del Concorso Cineasti del presente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA