Inizia oggi la quinta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma che si svolgerà dal 28 ottobre al 6 novembre 2010.

Ad inaugurare il festival è il film drammatico con Keira Knightley, Eva Mendes e Sam Worthington, Last Night, diretto da Massy Tadjedin. Per la gioia dei fan, alle 18.45, prima della proiezione prevista per le 19.30, le due star femminili sfileranno sul red carpet.

Prima dell’apertura ufficiale del festival, ieri è stato proiettato Ritratto di mio padre, un documentario realizzato per celebrare la figura di Ugo Tognazzi a vent’anni dalla sua morte. Diretto dalla figlia Maria Sole Tognazzi, il film ricostruisce la vicenda umana e professionale del padre attingendo ad un ricco archivio di video, filmini ed interviste.

Tra i film Fuori concorso verrà proiettato il remake vampiresco americano Let Me In, con Chloe Moretz e Kodi Smit-McPhee. In attesa dell’uscita del film, invece, verranno mostrati in esclusiva 20 minuti del sequel fantascientifico Tron Legacy (in uscita in 3D dal 29 dicembre 2009 e in 2D dal 5 gennaio 2010) e dell’atteso Dylan Dog (nelle sale dal 2011). Sull’onda di Tron, sul red carpet del Festival verranno ricreate le atmosfere del film, con abiti a tema e coreografie ispirate alla musica dei Daft Punk, autori della colonna sonora del film .

Anche Nicole Kidman torna sul grande schermo nel nuovo film drammatico in concorso The Rabbit Hole, al fianco di Aaron Eckhart, nei panni di una madre che deve affrontare la perdita di suo figlio Danny (Phoenix List), vittima di un incidente stradale.

Protagonista del festival sarà anche The Social Network, che sta riscuotendo un ottimo successo sia ai botteghini, con 106 milioni di dollari in tutto il mondo, sia dalla critica internazionale. La pellicola ripercorre la nascita di Facebook seguendo le vicende dei suoi creatori. Tra i protagonisti del film ci sono Jesse Eisenberg, Andrew Garfield e Justin Timberlake.

A concorrere per il Premio Marc’Aurelio sono anche i film italiani La scuola è finita di Valerio Jalongo, Gangor di Italo Spinelli, Una vita tranquilla di Claudio Cupellini, Io sono con te di Guido Chiesa. Da non dimenticare anche il primo corto italiano in 3D Victims.

Valeria Solarino sarà la madrina di questa nuova edizione del festival: «Quest’anno il festival sarà pieno di donne», spiega la Solarino, «Dunque sarò l’immagine femminile del festival e cercherò di essere molto presente». Il presidente della giuria sarà Sergio Castellitto, mentre tra gli altri membri troviamo la giornalista e scrittrice Natalia Aspesi (Italia), il regista Ulu Grosbard (Stati Uniti- Belgio), lo scrittore Patrick McGrath (Regno Unito), il regista Edgar Reitz (Germania) e Olga Sviblova (Russia), direttrice del Museo della Arti Multimediali di Mosca. Ha dichiarato Castellitto: «La selezione dei film si annuncia molto interessante. La giuria è composta da straordinarie personalità e guidarla sarà un piacere e un vanto. Per quel che mi riguarda, conosco la fatica che fanno gli artisti nel comporre un’opera cinematografica, il mio primo intento sarà quello di giudicare il loro lavoro nel rispetto di questa fatica».

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale della quinta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma

Seguiteci tutti i giorni con le ultime notizie sul Festival di Roma nella nostra sezione Festival ed eventi

© RIPRODUZIONE RISERVATA