23 minuti di Tron Legacy al Festival internazionale di Roma (28 -5 novembre). In anteprima internazionale le prime scene del film che sarà distribuito in Italia dalla Walt Disney dal 29 dicembre in 3D e dal 5 gennaio anche in 2D. Le sequenze d’azione e la scenografia a forte impatto non deluderanno i nuovi giovani fan e gli amanti del remake del film Tron, uscito in Italia nel 1984.
Protagonista del film è il giovane Sam Flynn (Garrett Hedlund): tutto ha inizio in una vecchia sala giochi gestita dal papà (Jeff Bridges) scomparso ormai da vent’anni. Inghiottito da un laser Sam viene catalputato in una realtà parallela dove dovrà trovare il modo di sopravvivere. Fa da sfondo la musica dei Daft Punk e Sweet Dreams (The Eurythmics).

Attenti agli spoiler…

Nella seconda sequenza, Sam, spogliato dei suoi abiti “umani” viene rivestito per essere pronto a combattere in un gioco che lui riconosce tra i suoi videogiochi.  Il pubblico intorno e il boato fanno da sfondo a questo universo virtuale che riproduce colori e design molto fedeli al primo Tron.

Cambia scena: assistiamo, grazie anche ad un efficace 3D, ad una spericolata gara tra moto e un veicolo,  guidato da Quorra (Olivia Wilde) al cui fianco c’è Sam. L’auto riesce a fuggire fuori dai confini della Rete per arrivare in un palazzo lontano, monocolore e dalla scenografia essenziale. Lì  Sam, dopo anni, rivedrà suo padre (Jeff Bridges), ormai invecchiato e senza speranza.

Infine l’ultima sequenza è un intreccio di scene che preparano allo scontro finale tra programmi e umani. Tra scene spettacolari e design fantascientifici si snoda l’ultima sequenza del film, esordio al lungometraggio di  Kosinski, architetto specializzato nel campo della modellazione tridimensionale e grafica.

Firmano la sceneggiatura Eddie Kitsis e Adam Horowitz (Lost), mentre tra i produttori il regista e lo sceneggiatore del primo Tron Steven Lisberger e  Sean Bailey.

Leggi il nostro speciale 3D, la storia in pillole

© RIPRODUZIONE RISERVATA