Sono quindici i titoli in gara per concorrere all’assegnazione del Marc’Aurelio D’Oro al Festival di Roma 2011 (27 ottobre – 4 novembre). Oltre ai quattro italiani, i titoli in concorso sono: The Eye of the Storm di Fred Schepisi, La femme du cinquième di Pawel Pawlikowski, Babycall di Pål Sletaune, Un cuento chino di Sebastián Borensztein, Hysteria (nella foto un frame) di Tanya Wexler, Una vie meillure di Cédric Kahn, Magic Valley di Jaffe Zinn, Hotel Lux di Leander Haussmann, Poongsan di Juhn Jaihong, Voyez comme ils dansent di Claude Miller e Zui Ai di Gu Changwei. Ma la manifestazione romana proporrà anche molti film ed eventi fuori concorso a cominciare da The Lady di Luc Besson, con Michelle Yeoh, sulla vita dell’attivista birmana, Premio Nobel per la Pace, Aung San Suu Kyi. In programma anche il nuovo film di Curtis Hanson Too Big To Fall – Il crollo dei giganti, A Few Best Man di Stephan Elliott e la commedia Mon pire cauchemar di Anne Fontaine con Isabelle Huppert. Come già annunciato, Le avventure di Tintin: Il segreto dell’unicorno di Steven Spielberg sarà presentato nella sezione Alice nella città, insieme a Hugo Cabret di Martin Scorsese, a 15 minuti di The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 e a Il Re Leone in 3D. Tra gli eventi speciali la presentazione di Totò in 3D – Il più comico spettacolo del mondo, riedizione in formato tridimensionale del classico di Mario Mattoli e la proiezione dell’opera prima di Roan Johnson I primi della lista. Ma il festival omaggerà anche i 150 anni dell’Unità d’Italia con la poiezione di Rotaie di Mario Camerini e I Cannibali di Liliana Cavani. Spazio anche alla Gran Bretagna con un focus sul cinema inglese e la retrospettiva Punks & Patriot. Evento di chiusura la proiezione della copia restaurata di Colazione da Tiffany di Blake Edwards.

Scopri tutti gli ultimi aggiornamenti sul Festival del Cinema di Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA