In attesa dei riconoscimenti ufficiali, il Festival Internazionale del Film di Roma ha reso noti i vincitori dei premi collaterali. A L’uomo che verra di Giorgio Diritti è andato il premio “La meglio gioventù” del Ministero della Gioventù per il miglior film in concorso legato al mondo dei giovani e dedicato ai temi educativi e civili. Il premio “Libera Associazione Rappresentanza di Artisti (L.A.R.A.)”, dedicato alla migliore interprete italiana, è stato invece assegnato ad Anita Kravos per Alza la testa di Alessandro Angelini. H.O.T. – Human Organ Traffic di Roberto Orazi si è aggiudicato il premio “Enel Cuore” per il miglior film sociale della sezione L’Altro Cinema/Extra; mentre il premio “Farfalla d’oro dell’Agiscuola” è andato a Brotherskab di Nicolò Donato. Il “Premio Levi’s” al miglior progetto europeo della sezione La Fabbrica dei Progetti è stato assegnato a No one’s child di Stefan Arsenijevic; a The Cove di Louie Psihoyos e a Latta e cafè di Riccardo Dalisi sono andati, rispettivamente, i premi “Ikea” e “Hag”. Infine, il premio speciale “10eLotto” è stato assegnato ad Alba Rohrwacher.

© RIPRODUZIONE RISERVATA