La 64ª Mostra di Arte Cinematografica ha premiato ‘Lust Caution’ (Bim) di Ang Lee, che ha ricevuto così il suo secondo Leone d’Oro dopo ‘I segreti di Brokeback Mountain’. Il Leone d’Argento per la miglior regia è stato vinto da Brian De Palma per ‘Redacted’ (Eagle) mentre il premio speciale della giuria – presieduta da Zhang Yimou e composta da altri sei registi – ha laureato ex aequo ‘Cous cous – Le graine et le mulet’ (Lucky Red) di Abdellatif Kechiche e ‘Io non sono qui’ (Bim) di Todd Haynes. La coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile è stata assegnata a Brad Pitt per ‘The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford’ (Warner) di Andrew Dominik, mentre quella per la migliore interpretazione femminile è andata a Cate Blanchett per ‘Io non sono qui’. La protagonista di ‘Cous cous – Le graine et le mulet’ Hafsia Herzi ha ricevuto il premio Marcello Mastroianni come attrice emergente. La giuria ha inoltre istituito il Leone speciale per l’insieme dell’opera e lo ha consegnato a Nikita Mikhalkov, al Lido con il film ’12’. L’Osella per la fotografia è stata vinta da Rodrigo Prieto per ‘Lust Caution’ e quella per la sceneggiatura da Paul Laverty per ‘It’s a Free World’ (Bim) di Ken Loach. La giuria di Orizzonti ha assegnato il Premio Orizzonti ad ‘Autumn Ball’ di Veiko õunpuu e il premio Orizzonti Doc a ‘Useless’ di Jia Zhangke. Infine, la giuria Venezia Opera Prima ha premiato con Il Leone del futuro “Luigi De Laurentiis” ‘La zona’ di Rodrigo Pla (presentato nella sezione Giornate degli Autori).

© RIPRODUZIONE RISERVATA