Salvatore Esposito a Venezia 76 per il Filming Italy Best Movie Award

In occasione del Filming Italy Best Movie Award abbiamo avuto di dialogare anche con Salvatore Esposito, Sylvia Hoeks ed Euridice Axen.

Il primo è stato premiato per Gomorra, la serie tv italiana dal riscontro mondiale, e per i successi dei film interpretati al cinema che hanno messo in evidenza il suo talento camaleontico. Ai nostri microfoni l’attore ha dichiarato: «Ringrazio sempre Tiziana Rocca (Direttore Generale del premio, ndr), perché già a Los Angeles mi ha voluto e sostenuto. Per quello che potrò fare sosterrò sempre lei e questo premio. A fine settembre inizierò a girare Fargo, farò la quarta stagione e sarà una bella sfida. L’ansia di dover rappresentare la serialità italiana all’estero coincide anche con l’eccitazione di confrontarmi con un mercato internazionale che apprezza e stima un progetto come Gomorra – La serie, che è il motivo per cui sono approdato negli Stati Uniti. Vedremo cosa mi riserverà il futuro».

Salvatore Esposito a Venezia 76

Euridice Axen, premiata come miglior attrice rivelazione dell’anno per Loro di Paolo Sorrentino, nel quale si è distinta per il ruolo di Tamara, ha commentato: «È un premio meraviglioso e il fatto che siano state premiate tantissime donne è assolutamente positivo. È il riconoscimento al lavoro faticoso e meraviglioso che ho fatto con Paolo Sorrentino, che ringrazierò a vita per avermi dato questa opportunità». 

Queste invece le parole di Sylvia Hoeks, insignita del Filming Italy Best Movie Social Young International Award per il film Millennium – Quello che non uccide e per la serie tv Berlin Station: «Sono molto grata a Tiziana per avermi invitata e per questo bel premio. Essere a Venezia, circondata da tutto il cinema internazionale di alto livello, è davvero straordinario, anche perché qui ci sono tanti degli attori che apprezzo di più in assoluto»

Foto: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA