Più di 50 film italiani presentati in anteprima per gli Stati Uniti, 26 masterclass, un parterre eccezionale di star italiane e internazionali: sono i numeri della sesta edizione di Filming Italy – Los Angeles, il festival creato e organizzato da Tiziana Rocca, Agnus Dei e Valeria Rumori, Istituto Italiano di Cultura Los Angeles in programma dal 18 al 21 marzo 2021, quest’anno quasi interamente inversione online.

Il programma, però, è ancora più ricco e centrato sempre sui temi di attualità cari al festival: l’eguaglianza sociale e di genere, le pari opportunità, il futuro delle giovani generazioni, le problematiche ambientali e le prospettive future dell’industria del cinema.

GUARDA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

«Sono molto felice di presentare questa edizione del Filming Italy Los Angeles proprio oggi, 8 marzo, in occasione della Festa della Donna», ha detto Tiziana Rocca nella conferenza stampa di presentazione. «È una data che non ho scelto a caso, proprio perché uno dei temi centrali del Festival sarà la valorizzazione delle donne nel mondo lavorativo, soprattutto in quello del Cinema. Avremo più di 50 titoli tra film, serie televisive, cortometraggi e docu-film italiani, molti dei quali ancora inediti in tutto il mondo. Abbiamo organizzato 26 masterclass e diversi panel con tantissimi ospiti e artisti italiani e internazionali».
 

«Quest’anno la parola d’ordine è condivisione», ha proseguito Rocca. «Sarà un festival al 90% online. Certo, è sempre bello vedere il pubblico fare la fila davanti alla sala a Los Angeles per vedere i film italiani, ma la modalità online ci ha permesso di aumentare sia il numero di titoli che dei posti disponibili per gli spettatori, 1500 nella sala virtuale di Mymovies. Anche moltissimi studenti americani, o italiani negli Stati Uniti, avranno la possibilità di vedere i film e gli incontri in programma.»

Tra gli ospiti attesi anche Carlo Verdone e Margherita Buy che riceveranno il premio dell’Istituto di Cultura IIC Los Angeles Creativity Award, un riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo in ogni settore creativo, ricevuto lo scorso anno da Claudia Gerini, presidente onorario di Filming Italy Los Angeles insieme a Harvey Keitel.

Nel suo messaggio per il festival, l’ambasciatore italiano negli Stati Uniti Armando Varricchio ha sottolineato una ricorrenza particolarmente speciale che riguarda anche il festival: «La decisione di far rientrare questa iniziativa nelle celebrazioni per i 160 anni dei rapporti bilaterali tra Italia e Stati Uniti vuole riconoscere il ruolo centrale che il cinema ha avuto, negli anni, nel rafforzare la salda amicizia tra i nostri Paesi».

Claudia Gerini © Piergiorgio Pirrone – LaPresse
Monsieur Jean Sorel.
Paris, le 27 avril 2015
© Julio Piatti
Tiziano Ferro

 

 

 

 

 

 

 

 

Filming Italy LA: Dante 700

Il festival darà spazio anche ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, come ha ricordato Valeria Rumori, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles: «Il 25 marzo sarà la giornata ufficiale dedicata a Dante Alighieri in Italia e nel mondo, e verrà presentato il Filming Italy LA: Dante 700: una rassegna che includerà la proiezione del film muto L’inferno di Francesco Bertolini con la Cineteca di Bologna, oltre ad esclusive letture dantesche da parte di ospiti d’eccezione. Tra questi: Danny Huston, William Baldwin, Gina Lollobrigida, Michele Placido, Monica Guerritore, Claudia Gerini, Monica Bellucci e Salvatore Esposito».

Le masterclass di Filming Italy Los Angeles

Tanti i protagonisti prestigiosi delle masterclass e dei panel del festival. Giovedì 18 marzo è la volta di Edoardo Ponti, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Director per The Life Ahead, e Diane Warren che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Original Song per la canzone originale del film, Seen. E poi ancora Gabriele Salvatores, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Documentary per Fuori era primavera – Viaggio nell’Italia del lockdown, Pietro Castellitto, Claudia Gerini, Sidney Sibilia insieme a Lucio Pellegrini, John Turturro, Giulio Base, Vincent Spano, Albino Ruberti. Incontrerà virtualmente il pubblico anche Stefania Sandrelli, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Achievement Award.
Venerdì 19 marzo incontreranno gli spettatori Oliver Stone, Jackie Cruz, Giovanni Veronesi, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Director per Tutti per 1 – 1 per tutti, Margherita Buy, premiata con il Filming Italy Los Angeles Pomellato Award, Paola Cortellesi, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Actress Tv Series per Petra, Maria Sole Tognazzi, Valentina Lodovini, premiata con il Filming Italy Los Angeles Best Actress per 10 giorni con Babbo Natale, Elena Sofia Ricci, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Actress per Rita Levi-Montalcini, Bella Thorne, Gianmarco Tognazzi. In più, sarà presentato un panel istituzionale con Carlo Verdone e Francesco Bruni, che sarà disponibile on demand su Rai Cinema Channel.
Sabato 20 marzo si alterneranno Tiziano Ferro, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Documentaryper Ferro, i Premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, che premiati con il Filming Italy Los Angeles Achievement Award, Cecilia Peck, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Woman Power Tv Series per Seduced: Inside the NXIVM Cult, e Carol Alt.
Chiuderanno il festival domenica 21 marzo Jean Sorel, Alice Rohrwacher e JR e Susanna Nicchiarelli, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Director per Miss Marx.

Claudia Gerini: «Filming Italy mi ha ispirato a diventare produttrice»

«Per me è la seconda edizione da presidente onorario e l’anno scorso Filming Italy mi ha portato molta fortuna», ha detto Claudia Gerini. «Pur in un anno difficile per tutti, mi ha ispirato a diventare a mia volta produttrice». L’attrice sta sviluppando tre progetti: uno di questi segnerà anche il suo debutto alla regia: «Il film si chiama Tapirulan: lo produrrò, dirigerò e interpreterò spero già dal prossimo giugno», anticipa. «Gli altri progetti ai quali sto lavorando come produttrice sono Il sale rosa dell’Himalaya, tratto dal romanzo di Camilla Baresani, del quale sarà anche protagonista, e una serie molto ambiziosa su Tina Modotti, una grandissima fotografa italiana, attivista politica e rivoluzionaria nata ad Udine ed emigrata negli Stati Uniti e a Città del Messico nei primi anni Venti».

Le presentazioni speciali dei film

Molti artisti interverranno per presentare i propri film al pubblico prima delle proiezioni, come Serena Rossi, Giampaolo Morelli, Valeria Golino, Giorgio Pasotti, Marco Bocci, Fabio De Luigi, i fratelli D’Innocenzo, Lillo, Andrea Delogu, Ginevra Elkann, lo scenografo Dimitri Capuani, lo scrittore Stefano Pistolini e Maria Pia Ammirati, Direttore di RAI Fiction. E inoltre: Matteo Garrone, che riceverà il premio Filming Italy Los Angeles Best Movie per la regia del film Pinocchio, Thierry Frémaux, il Direttore del Festival di Cannes, che per celebrare i 125 anni dalla nascita del Cinema introdurrà con un video speciale il film Lumière! La scoperta del Cinema, Marco Tardelli che presterà la sua voce per introdurre il docufilm su Paolo Rossi.

Filming Italy – Los Angeles è presentato da Agnus Dei con l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, in collaborazione con APA (Associazione Produttori Audiovisivi) e sotto gli auspici dell’Ambasciata d’Italia a Washington e del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA